Odissea. L’uomo ritrovato: intervista esclusiva a Stella Tramontana

Stella Tramontana è nata a Carrara nel 1996.

Si è laureata in Lettere antiche all’Università di Pisa, dove attualmente si sta specializzando in critica letteraria.

Ha scritto e diretto spettacoli teatrali: Odissea (2013, 2015 e 2016), Amori in corso di mezza estate (2017), L’Amor Furioso (2017) e Ariosto allo specchio: Passione, Follia e altre illusioni (2019).

Noi l’abbiamo intervista per saperne di più sul libro Odissea. L’uomo ritrovato edito da Scatole Parlanti.

Hai carta bianca e tre aggettivi per descriverti…

Sensibile, libera, confusa.

Mai senza…?

Un libro, una penna e un bicchiere di vino!

Cosa ti piace leggere?

Saggi di critica letteraria, romanzi e i grandi classici della letteratura italiana.

Se dovessi esprimere tre desideri?

Non li posso dire… altrimenti non si avverano!

La tua vita in un tweet?

Leggi, bevi e stai allegro.

Parlaci del tuo romanzo. A chi lo consiglieresti e perché?

Dal momento che racconto la storia più antica della civiltà europea e cioè il mito di Odisseo, consiglio il mio romanzo a chiunque abbia voglia di fare un viaggio nel tempo e, contemporaneamente, dentro di sé, per riscoprire l’animo eterno che accomuna ogni uomo.

Come sono nati i personaggi?

I personaggi appartengono alle antiche saghe mitiche greche, ma i loro gesti e pensieri sono drammaticamente attuali. I protagonisti sono lo specchio dell’uomo moderno.

Le ambientazioni scelte provengono dal reale o sono anche una proiezione dell’anima?

I luoghi scelti, soprattutto il Mare, sono intrisi di un’anima viva che li rende, a loro volta, personaggi attivi del racconto.

Come puoi riassumere ai potenziali lettori il tuo romanzo? Qual è il messaggio che hai voluto trasmettere?

Un viaggio che porta alla ricerca del proprio io interiore. Il messaggio è di speranza: cambiano i tempi, i corpi muoiono, ma le anime sono eterne e si reincarnano continuamente in nuove storie da raccontare.

Sei già al lavoro su un nuovo manoscritto?

No, ma sto lavorando ad una sceneggiatura teatrale!

Silvia Casini

© Riproduzione Riservata

Lascia un commento