La mia storia thai – Ricordi e ricette: recensione

La food blogger di A Thai pianist Vatinee Suvimol,  avvocato e capo del progetto editoriale iFood, è da poco uscita in libreria con La mia storia thai – Ricordi e ricette.

Un corposo libro con tre anime: biografico, ricettario e raccolta di spunti di viaggio per visitare la Thailandia.

Ancora una volta mi trovai a iniziare tutto da capo.

Vatinee Suvimol si racconta con un candore e una semplicità che rammenta la forza delle scrittrici sudamericane.

Un mettersi a nudo senza pudore alcuno che noi italiane non riusciremmo a fare così spontaneamente, soprattutto in un libro “frivolo”, quale vorrebbe essere un ricettario.

Con il suo viso elegante, i suoi lunghi capelli di seta, il sorriso alla Monna Lisa, Vatinee Suvimol  dipana nel libro La mia storia thai – Ricordi e ricette un’esistenza costellata di cattiverie subite, traguardi raggiunti, riscatti, amori conquistati, ore di studio rubate al pranzo, tenerezza materna… una vita da leggere tutta d’un fiato.

Giuliano aveva ragione: non solo non era tardi per iscrivermi all’università ma non era tardi nemmeno per inseguire un sogno.

Le foto, tantissime e meravigliose, che coronano i racconti rivelano in occhio infallibile per i particolari, la luce, le scelte cromatiche più azzeccate.

Per quanto riguarda le ricette ammetto che la cucina Thai sia per me una scoperta assoluta, e che mi stuzzichi parecchio a replicarla. Soprattutto il Som Tam e il Mango e stiky rice.

Ecco il blog è diventato una scatola tutta mia, dove avrei potuto riversare qualunque cosa. Avevo voglia che ci fosse spazio solo per il buono.

Non ultimo La mia storia thai – Ricordi e ricette è un libro gradevole al tatto e alla vista.

La scelta di una carta opaca e porosa unita al grande formato ne fanno un volume che ti invita alla lettura, e ti invoglia di non chiuderlo mai, lasciandoti scivolare dolcemente da un racconto a una ricetta a una foto.

Quando si è così immensamente felici si ha sempre paura che un giorno quella felicità possa svanire.

Insomma questo libro mi è piaciuto, lo consiglio a chi ama la cucina ma soprattutto a chi ama la vita.

Forza, Vatinee  dritta dritta verso nuovi traguardi!

 

Raffaella Fenoglio

© Riproduzione Riservata

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *