Cicap e Piero Angela al Salone del libro di Torino

Un entusiasmante viaggio in uno scontro tra scienza e pseudoscienza. Domenica 13 maggio, presso il Salone del libro di Torino, si è organizzato un evento con Piero Angela, noto divulgatore scientifico e giornalista, e Massimo Polidoro, segretario nazionale del CICAP e moderatore durante l’evento, in onore della presentazione del nuovo libro di Angela: Viaggio nel mondo paranormale.

Iscritto a Ingegneria, grazie ad un amico si dedicò ai suoi primi documentari sul Jazz, tema a cui era ed è tuttora, molto appassionato. Entrò poi nella Rai come giornalista nel ’52. Superquark, noto programma di divulgazione scientifica che lo renderà famoso, nacque solo nell’81, dopo diversi documentari ambientali. Fu proprio questa sua passione a spingerlo a studiare le materie scientifiche e divulgarle.

Originario di Torino, Piero Angela confessò di avere ascendenze torinesi fin dal diciassettesimo secolo. Come ribadito molte volte, Piero ha avuto un rapporto complicato col sistema scolastico fin dalla giovane età, definendo la scuola come una punizione. A parer suo la scuola dovrebbe essere più interattiva e meno teorica. Dovrebbe non solo concentrarsi sul passato, ma anche sull’ambiente contemporaneo, aggiornandosi sulle novità.

Secondo lui ad esempio non viene spiegata la scienza e la sua etica, ma vengono illustrate solo le materie scientifiche. Insomma, la scuola diventa quasi un ambiente “fossilizzato” che non prepara al mondo moderno.

Assieme al professore Profumo ha ideato un progetto  che consiste nel radunare gli studenti migliori, creando un corso esterno di trenta lezioni per quattrocento studenti. A spiegar loro verranno grandi professori per insegnare ai ragazzi quegli argomenti in cui saranno immersi nella società del futuro, completamente diversa da quella odierna. L’iniziativa sta piacendo e si sta diffondendo in diverse università italiane: lo scopo è quello di formare la società di domani, istruendo le persone a ragionare ed a criticare. Le lezione sono dirette in streaming in modo che chiunque possa archiviarle e seguirle. Un nuovo modo interattivo per informare i giovani.

Per quanto riguarda l’ambiente paranormale, Angela descrisse  l’importanza che aveva inizialmente la parapsicologia circa quarant’anni fa, addirittura era stata incorporata nell’associazione americana per il progresso della scienza. Ovviamente era un rampo molto ambiguo dove non sempre si usavano metodi scientifici per indagare su certi fenomeni. Anche in Italia erano presenti alcuni circoli di parapsicologia, come quello di Bologna. L’atteggiamento di Angela era aperto, ma naturalmente agì sempre da una posizione scettica.

Questo pensiero critico lo portò ad inimicarsi diversi parapsicologi tanto che essi definirono i dissociati dai loro circoli i “pieroangelisti”.

Nel 1989 nacque il CICAP, con lo scopo di promuovere la divulgazione dell’indagine scientifica e criticare i cosiddetti fenomeni paranormali e pseudoscienze. Uno dei perni del suo nuovo libro è proprio quello di spiegare il metodo per conoscere e smentire il mondo paranormale.

Come detto da Angela, c’è differenza tra la figura del divulgatore e dell’insegnante. Il secondo insegna le materie e deve far capire i contesti generali. Il primo deve creare e formare la mentalità scientifica, la divulgazione è fondamentale per comprendere un mondo in continuo mutamento.

 

Debora Parisi

© Riproduzione Riservata

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *