Bridget Jones’s baby in dvd: recensione

Il nuovo film di Sharon Maguire uscirà finalmente è disponibile in home video.

Stiamo parlando di Bridget Jones’s baby con i premi Oscar® Renée Zellweger, Colin Firth e Patrick Dempsey. E con questo terzo capitolo, la single più famosa del mondo, ovvero Bridget Jones, (partorita dalla mente creativa di Helen Fielding), è pronta a regalarvi un pizzico di divertente autoironia femminile e di mettervi ancora una volta di buonumore.

Infatti, dopo il brioso Il diario di Bridget Jones e il meno riuscito Che pasticcio, Bridget Jones!, Bridget Jones’s baby vi mostrerà una Bridget in forma smagliante (malgrado Renée Zellweger presenti tutti i segni eccessivi dei ritocchini al volto), anche se più adulta e matura. Dopo la rottura con Mark Darcy (Colin Firth), Bridget deciderà di dedicarsi al lavoro e alle amicizie, ma qualcosa porterà nuovamente scompiglio nella sua vita: l’incontro con l’affascinante americano (Patrick Dempsey) e un’inaspettata gravidanza. Ma chi è il padre? Bridget ha qualche dubbio che dovrà risolvere con l’aiuto della dottoressa Rawlings (Emma Thompson), una donna cinica e irresistibile.

Il tono frizzante della pellicola, la verve umoristica, le battute taglienti e le gaffe di Bridget offrono spunti , e se da una parte Colin Firth mantiene l’aurea austeniana, Patrick Dempsey è disinvolto al punto giusto. Ovvio che nel film troneggino dei cliché belli e buoni, ma resta pur sempre prodotto d’intrattenimento altamente godibile.

Quanto al dongiovanni Daniel Cleaver (Hugh Grant), se ve lo state domandando, interpreterà (se così si può dire!) una parte davvero inedita e sorprendente.  

Per quanto concerne l’ambientazione, non solo Bridget Jones è cambiata, ma dopo quindici anni dal primo film, anche la città in cui vive ha subito dei seri mutamenti. I contenuti speciali del dvd, infatti, vi faranno vedere una Londra diversa: più cosmopolita, con una nuova architettura e sempre al passo con i tempi.

Il quartiere di Bridget, Borugh Market, non è più quello del mercato della città, ora è un luogo cool, dove vivono i giovani, dinamico e multiculturale. Non lontano dalla Tate Modern, uno dei più importanti e famosi musei di arte moderna e contemporanea, che ospita il grattacielo più alto della città, The Shard.

Addirittura, seguendo Darcy potrete scoprire una Londra più istituzionale: alcune scene infatti sono state girate all’interno della Supreme Court, la corte suprema inglese situata non lontano da Buckingham Palace.

Infine, grazie all’incontro con Jack, che avverrà allo storico festival di Glastonbury, vedrete dal vivo un evento tra i più gettonati per gli amanti della musica rock.

In poche parole, Bridget vi illustrerà una Londra affascinante, caotica ma allo stesso tempo molto romantica, dove la bellezza e l’eleganza della capitale britannica incontra e coesiste con la modernità dei quartieri più giovani.

In sostanza, aspettatevi un viaggio affascinante, ma soprattutto un epilogo delizioso, ricco di romanticismo, humour e ironia graffiante.

Silvia Casini

© Riproduzione Riservata

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *