Atkins: la dieta di Jennifer Aniston

La dieta Atkins (ideata dal cardiologo statunitense Robert Coleman Atkins) parte dal presupposto di voler trasformare il corpo in una macchina brucia-grassi. Come? Si basa sul controllo dell’apporto di carboidrati, ma non è più una dieta a base di bistecche e uova. E no… infatti seguire questa dieta, vi ritroverete a ingurgitare cibi ad alto contenuto di grassi, come pancetta fritta.

Testata da Jennifer Aniston, Renée Zellweger, Kim Kardashian, Catherine Zeta Jones, Geri Halliwell e Brad Pitt, questo regime alimentare promette goduriose pietanze, ma soprattutto un netto calo di peso in tempi brevi.

385848 06: Actress Jennifer Aniston star as Rachel Green of NBC’s comedy series “Friends.” (Photo by Warner Bros. Television)

Ma è davvero così efficace?

Sembrerebbe di sì: quindi no ai carboidrati, ma ok a grassi e proteine al fine di risvegliare il metabolismo. L’unica accortezza è che a causa del basso apporto di fibre, vitamine e minerali, occorre integrare il menù con multivitaminici vari.

Se siete scettici, pensate che prima di incarnare la famosa Rachel in Friends, l’agente della bella Jen le diceva sempre che non avrebbe mai ottenuto una parte, perché era troppo grassa. Così, alla fine degli anni Novanta, l’attrice decise di adottare la dieta Atkins.

“Faccio colazione con avocado su un toast Ezekiel o un frullato. Per me, non mangiare glutine è più di una semplice vanità. Una dieta a base di carboidrati non fa bene al peso”, ha confessato Jen.

Ovvio che oltre a questo regime alimentare, la sexy e bella Aniston fa sport pur di mantenere il fisico tonico e asciutto. Infatti, si allena sei volte a settimana, per circa un’ora, fa stretching, attività cardio e degli esercizi alla sbarra.

 

Stessa sorte è toccata alla bionda Renée Zellweger che dopo aver interpretato Bridget Jones e aver messo su ben dieci chili, ha seguito la dieta Atkins, eliminando carboidrati (pane, patate, pasta, riso, ecc.), latticini (latte, formaggi, ecc.), ma soprattutto buttandosi sullo jogging.

 

Silvia Casini

© Riproduzione Riservata

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *