Black Square. La fuga del giovane Holden: intervista esclusiva a Maria Rosaria Petti

Maria Rosaria Petti è nata a Napoli e vive a Roma. Soggettista per una società di comunicazione audiovisiva (con la quale nel 1993 vince il Premio Speciale della Giuria all’AMI Award di New Orleans per il miglior film industriale), nel 1996 ha pubblicato per la Shakespeare and Company il suo primo romanzo Luci del Nord. Per Rubbettino – Iride ha pubblicato i romanzi Titoli di coda (2008), L’ultimo viaggio di Sofia (2012) e Il Filo di Marianna (2015).

Venerdì 15 novembre è uscito in libreria Black Square. La fuga del giovane Holden, quinto romanzo della scrittrice Maria Rosaria Petti, per L’Erudita – Gruppo Giulio Perrone Editore.

Black Square è la storia di una inverosimile evasione, tra Roma, New York, Amsterdam e San Pietroburgo, in un equilibrio incerto tra persone e personaggi. Pietro Maltese, protagonista accompagnato dalla figlia che non sapeva di avere, farà i conti con il proprio passato e con gli intricati percorsi dell’esistenza. All’Hermitage intanto una donna scompare in modo misterioso sotto gli occhi di tutti, mentre due illustri personaggi letterari, Holden Caulfield ed Anne Frank, evasi dalle pagine dei loro libri e in cerca di una vita vera, viaggeranno con Pietro da una dimensione all’altra, attraverso un enigmatico quadro: Black Square di K. Malevich. Questa fuga scatenerà l’Interpol in una serrata caccia ai fuggitivi per riportare tutto all’ordine precostituito, ma niente è come sembra e nulla sarà più come prima…

Proprio per questo motivo l’abbiamo intervistata, perché questo romanzo va oltre le leggi della fisica e dell’universo conosciuto. Lo stile deciso e raffinato dell’autrice, infatti, vi condurrà in un racconto paradossale della realtà, illuminando, nell’incredibile viaggio, i molti angoli nascosti della complessità umana.

Hai carta bianca e tre aggettivi per descriverti

Non sono mai completamente infelice; non riesco a prendermi sul serio; non riesco a sottrarmi a una ispirazione.

Mai senza…?

Cioccolata.

Cosa ti piace leggere?

I libri che si sanno difendere dalla mia distrazione.

Se dovessi esprimere tre desideri?

I miei desideri mutano ogni giorno e non sono mai tre.

La tua vita in un tweet?

Una zattera nelle rapide. Inaffondabile.

Parlaci del tuo romanzo, a chi lo consiglieresti e perché?

È la storia dell’evasione di tre personaggi letterari, Natasha Rostova, Holden Caulfield e Anne Frank, dalle loro pagine. In comune avevano l’estrema giovinezza, un peso insostenibile sulle spalle e il desiderio di vivere una vita vera. Lo consiglierei a tutti coloro che hanno un sogno infranto e pensano di vivere nel recinto di una storia già scritta.

Come sono nati i personaggi?

I personaggi sono nati da una selezione naturale tra i tanti candidati all’evasione dai loro libri. In un mondo in cui tutti sgomitano per diventare personaggi, Natasha, Holden e Anne, desiderano invece diventare persone.  Ma la loro fuga lascerà bianche le pagine dei loro libri immortali e scatenerà una caccia dell’Interpol per riportarli nella giusta sede.

Le ambientazioni scelte provengono dal reale o sono anche una proiezione dell’anima?

In un romanzo inverosimile i luoghi che ho scelto – New York, Amsterdam e San Pietroburgo – sono vissuti e sognati durante un lungo inverno.

Sei già al lavoro su un nuovo manoscritto?

Sto aspettando che un’altra storia mi venga a cercare.

Silvia Casini

© Riproduzione Riservata

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *